Starts:
Oct
16
2007
Other:

"NetSpace: viaggio nell'arte della Rete"

(0)
POSTED BY: Vera Bighetti | Wed Oct 17th, 2007 3:56 p.m.

La DARC - Direzione generale per l'architettura e l'arte contemporanee

Il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

presentano

"NetSpace: viaggio nell'arte della Rete"

Paesaggi elettronici

16 ottobre 2007, ore 12

MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo

via Guido Reni 2f, Roma

inaugurazione 16 ottobre 2007, ore 18

apertura al pubblico 17 ottobre al 18 novembre

Martedi 16 ottobre 2007, alle ore 12, Francesco Rutelli, Ministro per
i Beni e le Attivita Culturali, Pio Baldi, Direttore generale della
DARC e Anna Mattirolo, direttore di MAXXI Arte, presentano Paesaggi
elettronici, nuovo ciclo nell'ambito di NetSpace: viaggio nell'arte
della Rete, a cura di Elena Giulia Rossi. Il progetto, nato per
iniziativa e con il supporto del Servizio Educativo, intende offrire
gli strumenti necessari per avvicinarsi alla net art, tendenza
artistica di ultima generazione che utilizza internet come unico
strumento di creazione.

Le opere selezionate per il nuovo ciclo di NetSpace esplorano paesaggi
costruiti con e per la Rete analizzando il paesaggio sotto alcune
delle sue molteplici sfaccettature: da una formulazione di paesaggio
dove tradizione pittorica e nuove tecnologie coesistono, alla
costruzione di vere e proprie utopie architettoniche, all'esplorazione
del paesaggio urbano attraverso l'occhio elettronico.

Opere selezionate:

Watercouleur Park (2007) del collettivo francese Qubo Gas (ultima
commissione della Tate di Londra) propone paesaggi astratti
interattivi che evocano la calligrafia giapponese;

Stereoscopy Space (2005) dell'artista brasiliana Vera Bighetti e uno
spazio creato dall'utente, invitato a posizionare gli oggetti che lo
abitano per poi immergervisi attraverso appositi occhiali
tridimensionali;

Internet Landscape (2003 - in corso) dell'italiano Marco Cadioli e
un'interpretazione del paesaggio di Internet formulata attraverso una
serie di reportage fotografici che fermano alcuni scatti del suo
territorio e dei suoi abitanti;

Metapond (2005) della artista francese Isabel Saij e la formulazione
astratta di uno stagno costruito attraverso l'interazione dell'utente,
invitato ad assemblare sullo schermo un collage di tasselli visivi e
sonori, frammenti di fotografie e registrazioni del paesaggio reale;

Cumbernauld Town for Tomorrow (2003), una collaborazione tra Gair
Dunlop e Dan Norton, parte dalle megastrutture architettoniche della
citta di Cumbernauld, costruita vicino a Glasgow nel secondo
dopoguerra, per esplorare utopie architettoniche e confonderle nello
spazio della Rete;

D.F. Maze (2006) del messicano Ernesto Rios esplora, in tre percorsi
interattivi, il paesaggio urbano di Mexico City rievocando il metodo
della psicogeografia (metodo di indagine dell'impatto dell'ambiente
sulla psicologia dell'individuo utilizzato dai letteristi e poi dai
situazionisti negli anni '50).

Link alle opere:

1. Qubo Gas

Watercouleur Park, 2007

http://www.tate.org.uk/netart/watercouleurpark/

Il progetto e una commissione della Tate (Londra 2006)

2. Vera Bighetti

Stereoscopy Space, 2005

http://www.artzero.net/virtualspace/e9.htm

3. Marco Cadioli,

Internet Landscape, 2003 in corso

http://www.internetlandscape.it/

4. Isabel Saij

Metapond, 2005

http://www.saij-netart.de/30-1-metapond.html

5. Gair Dunlop e Dan Norton

Cumbernauld Town for Tomorrow, 2003

http://www.ablab.org/cumbernauld/

6. Ernesto Rios

D.F. Maze, 2006

http://www.ernestorios.com/dfmaze/

MAXXI - MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO

Via Guido Reni 2f, 00196 Roma

tel. 06.32.10.181 - fax 06.32.10.18.29

www.darc.beniculturali.it

SERVIZIO EDUCATIVO MAXXI Arte

Stefania Vannini

tel. 06.32.10.18.28

edumaxxi@darc.beniculturali.it

BIBLIOTECA

Stefania Vannini

tel. 06. 32.10.18.33

bibliomaxxi@darc.beniculturali.it

Link:
http://www.tate.org.uk/netart/watercouleurpark/